Festival 2018-06-15T12:21:30+00:00

GIOCARE CON I CONFINI

21 luglio / 4 agosto 2018
Colli Asolani, Pedemontana del Grappa, Montello TREVISO

Come ogni anno, il festival propone esperienze artistiche e culturali, non semplicemente appuntamenti, occasioni di incontro e scambio tra “palco e platea”. I temi dell’agenda internazionale vengono tradotti e messi in relazione al territorio, all’identità dei luoghi e delle persone che li abitano e li visitano, cercando stimoli da consegnare alla comunità che si forma attorno al progetto.

La nona edizione è intitolata Giocare con confini, un invito a conoscerli, renderli porosi, ampliarli …. oltrepassarli senza distruggerli, giocando piuttosto, con i limiti e le possibilità a cui danno vita. Perché un confine è protezione e contenimento, ostacolo, segno che ci identifica e ci divide, sfida, luogo di incrocio, incontro, contaminazione. E molto altro da scoprire.

Senza vincitori né vinti è l’evento simbolo di questa edizione, già nel titolo dissolve la distanza tra due schieramenti, trasmuta nemici e avversari in uomini, semplicemente.

Su questa scia, il programma propone piccole incursioni che provano a sciogliere barriere sociali e culturali, concretamente, utilizza arte e cultura come strumenti di incontro, invita il territorio a vivere e raccontare le proprie sfide, a camminare sul crinale tra conosciuto e sconosciuto, e mescolare, trasformare, innovare.

Immersi nel paesaggio-palcoscenico della pedemontana trevigiana, un programma di esperienze da vivere in natura, nei luoghi del quotidiano, dentro spazi riservati alla cultura e alla vita, che ha come filo rosso la musica, metafora di ascolto e creazione.

Una fitta rete di attori, istituzioni, associazioni e terzo settore sostengono il progetto, oltre 40 soggetti che da quest’anno hanno come capofila la cooperativa sociale Ca’ Corniani, impegnata a sostegno della disabilità e nell’agricoltura sociale.