facebook iconrss icon

“Disobbedienze lente, disobbedienze attente”

Quale ruolo evolutivo può avere un atteggiamento che spesso viene reputato come atto di ribellione? La disobbedienza vista come uno strumento di cambiamento aiuta a superare gli schemi del pensiero comune e creare innovazione.
Vacanze dell’Anima 2017 affronta il tema della Disobbedienza perché in certi periodi è necessario pensare in modo “divergente”, che significa scoprire la realtà da soli cioè senza nessuna guida, ma specialmente senza aspettare l’approvazione di altri.
Disobbedienza non come forma di protesta, in questo caso solamente sprecata, ma come strumento per conoscere se stessi, modalità attraverso la quale esprime il massimo della sua potenzialità.

Funziona a diversi livelli, nella vita di tutti i giorni, nel lavoro e nei processi produttivi, a livello politico, nelle relazioni tra le persone, nel costruire le proprie vie e la propria personalità.
“Disobbedienze lente, disobbedienze attente” per scrollarsi di dosso limiti sociali, per utilizzare funzioni mentali che non avevamo mai usato, per percepire e per ampliare la nostra immagine della realtà, per progettare, decidere, per imparare a “premiarsi”, per spostare i propri limiti, per produrre e lavorare così da poter cominciare a creare in maniera nuova tutto il proprio mondo.

save_date

Qualche ricordo della passata edizione…